Si intitola Coppie che uccidono l’ormai noto programma televisivo di TV8 importato dagli States e dal titolo originario Snapped: Killers Couple in programmazione anche questa sera in seconda serata sul canale 8 del digitale. Il docu-reality racconta tramite la ricostruzione di alcuni attori e anche con l’aggiunta di non poche testimonianze da parte di chi su quel caso ci ha lavorato davvero, dei fantasmagorici omicidi realizzati negli anni da una serie di famose coppie di assassini. Tra i più acclamati episodi della serie anche quello che coinvolge Antoinette Frank, passata alla storia negli Stati Uniti per essere una delle prime donne agenti di polizia corrotte e assassine.

Ed è proprio così che la storia “da film”, come la definiscono alcuni, di Antoinette Frank diventa improvvisamente un caso anche in Italia. La donna, ormai in carcere da anni, ha ucciso con la complicità del suo partner ben due uomini. Ma partiamo dal principio. Ecco la vita e i trascorsi di Antoinette Frank prima del suo crimine di coppia.

Originaria della Louisiana, classe 1971 e 50 anni compiuti da poco, Antoniette si è arruolata nel comando di Polizia della sua città, New Orleans, nel 1993. Secondo quanto riportato dal giornalista di gialli Chuck Hustmyre, Antoinette sarebbe entrata nel corpo di Polizia mentendo più volte sulla sua vita passata e sul suo stato mentale e di salute, menzogne tuttavia mai scoperte dai suoi colleghi prima del suo duplice omicidio. Tra i motivi di orgoglio per New Orleans soprattutto quello di avere una delle prime poliziotte nere arruolate nella forza militare: anche per questo, infatti, pare che Antoinette Frank sia stata tanto conosciuta negli U.S.A. Purtroppo però, la vita della nostra poliziotta prenderà una brutta bruttissima piega soltanto un paio di anni dopo il suo debutto nelle Forze dell’Ordine.

Nel novembre del 1994, Antoinette Frank verrà coinvolta nella sparatoria tra due spacciatori, uno dei quali, Rogers Lacaze, ricercato da anni dalla Polizia. Sempre secondo il giornalista Chuck Hustmyre, sarà proprio quello il primo primissimo contatto tra i due. Tra Antoinette e Rogers, all’insaputa di tutti, nascerà dunque una relazione sentimentale, tormentata e passionale ma soprattutto fatale.

I colleghi di Antoinette inizieranno a sospettare che la giovane si sia fidanzata con lo spacciatore Lacaze dopo pochi mesi: proprio Roger Lacaze infatti verrà fermato per un controllo di routine alla guida dell’auto intestata alla Frank, e nelle settimane successive un braccialetto di Antoinette Frank verrà ritrovato su di una scena di un crimine nel quale, nemmeno a farlo apposta, era nuovamente indagato Lacaze. Insomma, non pochi indizi che però col passare del tempo diverranno solide realtà. Se di fatto non è nostra intenzione raccontarvi tutto ancor prima che possiate assistere alla puntata di Coppie che uccidono in questione, è interessante però capire come psicologicamente la poliziotta sia stata sempre più soggiogata dallo spacciatore, fino ad arrivare ad uccidere per lui. Il 4 marzo 1994, infatti, Antoinette Frank rapinerà, con pistola alla mano, un ristorante terminando però la sua incursione con l’uccisione dei due titolari del locale e una grave ferita ad un terzo.

Ad oggi, Antoinette è rinchiusa nel carcere femminile Saint Isabel, in Louisiana. A causa del suo duplice omicidio è anche al momento l’unica donna del carcere in attesa di essere giustiziata a morte. Coppie che uccidono è divenuto un format cult per tutti gli appassionati di crimine e anche questa sera in seconda serata su TV8 potremo continuare a scoprire delle incredibili storie, purtroppo vere, che racconta.

Continua a leggere su Blogo