Maradona è morto. La notizia della scomparsa di Diego Armando Maradona è arrivata come un fulmine nel pomeriggio di mercoledì 25 novembre 2020. La notizia, battuta dai quotidiani argentini, annuncia la morte del Pibe de Oro per un arresto cardiocircolatorio avvenuto nella sua casa di Tigre dove era in convalescenza dopo un’operazione al cervello resasi necessaria per la riduzione di un ematoma subdurale cui si era sottoposto all’inizio di novembre. Una caduta in casa aveva dato inizio a una serie di indagini mediche che avevano evidenziato l’emorragia e il successivo ematoma.  Aveva compiuto 60 anni lo scorso 25 ottobre. Stando a quanto riportato dal quotidiano argentino El Clarìn, Maradona sarebbe morto a mezzogiorno ora locale (le 16 ora italiana) dopo alcuni inutili tentativi di rianimazione da parte dei medici. Proclamati tre giorni di lutto nazionale in Argentina, mentre Napoli si stringe nel dolore con il sindaco De Magistris che propone un giorno di lutto cittadino e l’intitolazione dello stadio San Paolo a Maradona, stadio ora acceso in segno di omaggio al Pibe. Un minuto di silenzio deciso dall’UEFA per ricordarlo prima dei match di Champions League.

Genio in campo e sregolatezza nella vita, la ‘mano del Dios’ è stata protagonista di molti documentari, di diversi film e di molti speciali dedicati alla sua straordinaria carriera calcistica e alla sua difficile vita privata. Facile quindi che le tv, non solo le all news sportive, dedichino buona parte della loro programmazione alla copertura della notizia da Buenos Aires a Napoli e a una programmazione speciale. E intanto i tifosi del Napoli iniziano a raccogliersi nei Quartieri Spagnoli, sotto la gigantografia di Maradona, nonostante la Campania sia Zona Rossa: molte mascherine, qualcuna abbassata, alcune assenti.

Maradona morto

window.tribooVideo = window.tribooVideo || [];
window.tribooVideo.push({
site: “tvblog_cnvid”,
divId: “tbv-277315”,
advReq: true,
stick: true,
spotX: {“mobile”:300572,”desktop”:300572},
VideoContent: [
{
Id: 0,
Title: “Diego Armando Maradona, le esperienze in tv”,
Description: “Maradona uomo e personaggio della tv, le esperienze e i momenti che lo hanno reso protagonista dopo la fine della carriera calcistica”,
VideoLenght: “1”,
Media: “https://static.blogo.it/app/uploads/sites/2/2020/11/morto-diego-armando-maradona.mp4”,
Video: “https://videocdn.triboomedia.it/video/encoded/2020/11/25/21/15440339/cor_335887.mp4”,
VideoHLS: “https://videocdn.triboomedia.it/video/encoded/2020/11/25/21/15440339/cor_335887.m3u8”,
ThumbUrl: “https://img.blogo.it/-P6C-gl7ANA0XrTNorYfB8MZqww=/1024×683/smart/https://static.blogo.it/app/uploads/sites/2/2020/11/gettyimages-1205707988.jpg”,
Producer: “Blogo”,
Distributor: “Blogo”,
PageKeywords: [],
VideoKeywords: []
}
]
});

1

La notizia in diretta

La prima a muoversi è Rai News 24, in onda con uno speciale a partire dalle 18.00 per raccontarne la vita, il genio calcistico, la leggenda con filmati e ospiti, condotto da Gianluca Semprini e la partecipazione di Andrea Vianello. Copre live la notizia anche Sky Tg24, mentre Sky Sport sta cercando di alternare le notizie dai campi della Champions League per i pre-partita alle news che arrivano dall’Argentina. Presa in contropiede la consueta programmazione tv del pomeriggio, chi gode della diretta riesce a mettere in piedi uno speciale in pochi minuti: La Vita in Diretta, ad esempio, mobilita la sua inviata a Napoli, Antonella Delprino, per le reazioni a caldo della città che più di tutte in Italia sta piangendo il suo numero 10. In collegamento anche i giornalisti sportivi Marco Franzelli e Massimo Caputi per un primo ricordo.

Subito sul pezzo RaiPlay che offre in home page una Playlist 24, ovvero una selezione di contenuti dedicati al campione, tra servizi celebrativi e documentari.

Maradona è morto: il ricordo in tv

In un palinsesto comunque bloccato per le tante iniziative dedicate alla Giornata internazionale contro la Violenza sulle Donne celebrata oggi, mercoledì 25 novembre, e con le coppe europee in programma, i primi contenuti sulle reti principali arrivano in seconda serata, anche se il primo omaggio è Pibe de Blob su Rai 3. Ma chapeau ad Atlantide su La7 con Andrea Purgatori che cambia in corsa la puntata dedicandola a Maradona.

Riesce a parlarne Porta a Porta in apertura, nonostante la puntata a tema Violenza contro le donne.  Nella notte, al temine dello spazio di Rainews24, Rai1 proporrà ‘Testimoni e protagonisti: Diego Armando Maradona con Gigi Marzullo.

Tornando alla seconda serata, più ampio lo spazio dedicato da Rai Sport (DTT, 57) che ricorda D10s con uno speciale in onda alle 22.30: nel pomeriggio, infatti, la rete ha ospitato la Coppa Italia. Lo speciale viene realizzato nello studio di Saxa Rubra con Simona Rolandi, il vice direttore Enrico Varriale ed Alberto Rimedio e dversi ospiti, tra cui Marco Tardelli. 

Anche SkyArte ricorda il campione alle 22.10 con il film Maradona by Kusturica, in onda anche su Sky Cinema Uno alle 22.55

National Geographic scende in campo con Maradona: Le verità nascoste, in onda questa sera alle 20.55 (Sky, 403), un ritratto del Pibe de Oro raccontato da chi gli è sempre stato vicino, da Ciro Ferrara al figlio Diego Armando Sinagra, l’ex compagno di squadra Abel Balbo, il fisioterapista “amuleto” Salvatore Carmando. Il doc andrà in replica anche giovedì 26 alle 22.55 e venerdì 27 alle 21.55.

L’omaggio prosegue anche giovedì 26 novembre 2020: perfetta la soluzione di Rai 2, che risolve l’imbarazzo su Detto Fatto cancellandolo anche domani dalla programmazione con la ‘scusa’ di uno Speciale Tg2 in memoria di Diego che va in onda proprio al posto del programma della Guaccero a partire dalle 15.15.

In aggiornamento

Continua a leggere su Blogo

WordPress › Errore

Si è verificato un errore critico sul tuo sito web.

Scopri di più riguardo al debug in WordPress.