.
Home Televisione Porta a Porta e la difficile ricerca della contemporaneità

Porta a Porta e la difficile ricerca della contemporaneità

0
3
.

.

Conosciuta anche come “la terza camera del Parlamento“, Porta a Porta ha debuttato stasera in seconda serata con la sua edizione numero 26. A causa della situazione sanitaria in corso, Bruno Vespa ha dovuto fare a meno delle mitiche poltrone bianche teatro della storica rissa tra Katia Belillo e Alessandra Mussolini (magari torneranno nelle prossime puntate in versione distanziata), così come del maggiordomo e dei campanelli che annunciavano l’arrivo degli ospiti.

L’esordio del talk show ha visto nel primo segmento protagonista la ministra dell’Istruzione Lucia Azzolina che ha spiegato la difficile situazione della scuola. L’intervista non si è rivelata particolarmente interessante in quanto dalla discussione non è emerso nulla di nuovo rispetto a quanto detto dall’esponente del governo in altre sedi, ma si è dimostrato curioso il ricorso alla realtà aumentata per conoscere “le 4 vite di Azzolina” (studentessa, prof, sindacalista, ministra). Per stemperare la tensione alcune vignette di Osho, lette da una voce alquanto stridente con il contesto.

Non va meglio con il secondo blocco di programma, dedicato ai vaccini. Al segmento partecipano il ministro della Ricerca e dell’Università Gaetano Manfredi, Piero Di Lorenzo della IRBM e in collegamento l’onnipresente Massimo Galli e Carlo Conti. Anche qui le stesse chiacchiere che ormai sentiamo dalle 6.45 di Unomattina alle 21.20 del martedì con Cartabianca e Dimartedì, passando per il nuovo arrivato Oggi è un altro giorno di Serena Bortone. I troppi talk show rischiano di trasformare Porta a Porta in una camera da bed and breakfast del Parlamento.

 

Porta a Porta, anticipazioni puntata 8 settembre 2020

La colonna sonora di Via col vento è pronta a risuonare negli studi di Porta a Porta per la ventitreesima del talk show condotto da Bruno Vespa, ritenuto da qualcuno “la terza camera del Parlamento“. TvBlog seguirà la prima puntata in liveblogging. Diretta a partire dalle 23.20 su Rai1.

Naturalmente per questo kick off ampio spazio sarà dato alla pandemia di coronavirus, che ha causato molti problemi anche al mondo della scuola. Per parlarne sarà in studio la ministra dell’Istruzione Lucia Azzolina, (“arruolato” tra i prossimi personaggi di Maurizio Crozza per il suo one man show su Nove). Nella seconda parte si parlerà di Covid e di vaccino con il ministro dell’Università e della Ricerca Gaetano Manfredi, con l’amministratore delegato di Astra Zeneca Lorenzo Wiltum, con l’amministratore delegato di IBM Piero Di Lorenzo e con il prof. Massimo Galli, con quest’ultimo che imperversa in tv da mesi.

Lo studio, al quale sarà impedito l’accesso al pubblico, si preannuncia totalmente rinnovato, mentre rimangono confermati gli interventi di Saverio Raimondo e di Osho, oltre che quelli dei sondaggisti Alessandra Ghisleri e Antonio Noto.

Porta a Porta: dove seguirlo

Porta a Porta va in onda alle 23.20 su Rai1 e in livestreaming su Raiplay , rimanendo disponibile sulla Guida Tv e tra gli streaming del portale.

 

Porta a Porta: Second Screen

Sarà possibile commentare Porta a Porta sui canali social del programma:

PROSEGUI LA LETTURA

Porta a Porta e la difficile ricerca della contemporaneità é stato pubblicato su alle 23:30 di Tuesday 08 September 2020

Continua a leggere su Blogo

Nessun commento

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here