.
Home Gossip Samanta Togni: “Io, mio marito, i nostri figli, Milly Carlucci e la...

Samanta Togni: “Io, mio marito, i nostri figli, Milly Carlucci e la tv… Vi racconto tutto” – ESCLUSIVO

0
4
.

Samanta Togni, da Ballando con le Stelle a I fatti vostri. Ma non solo: il matrimonio con il chirurgo plastico Mario Russo (che ha 10 anni in più della ballerina), il figlio di lei, i due figli di lui, la famiglia allargata, i nuovi progetti… Samanta vuota il sacco in un’intervista esclusiva al settimanale Oggi. Senza sconti per nessuno – FOTO ESCLUSIVE  | VIDEO PRIVATO

.

Samanta Togni, il matrimonio con Mario Russo finisce… in reggiseno di pizzo! – GUARDA

INNAMORATISSIMI – Samanta Togni, storica ballerina di Milly Carlucci a Ballando e ora co-conduttrice dei Fatti vostri, arriva al parchetto di Tor di Quinto letteralmente circondata da uomini. Uno è il marito Mario Russo, poi c’è il figlio di lei, poi ci sono i due figli di lui. E poi c’è pure una cagnolina che ritiene di essere la vera star della giornata. Tutti insieme sembrano una piccola flotta capitanata da Samanta. Per inciso, la ballerina e il marito – non appena il fotografo si concentra sui ragazzi e loro non sono più al centro dell’attenzione – prendono a tubare come gli innamorati di un romanzo rosa. Salvo smettere non appena notano di essere osservati. Questa è la fase uno dell’incontro con Togni e famiglia. La fase due è alle 8 di sera, a casa loro. O meglio sul terrazzo, per rispetto delle regole anti Covid. Samanta è accaldata perché ha appena finito le prove. Si siede e si copre da cima a fondo con una trapunta. Mario Russo a questo punto – complimenti per aver scelto un gentiluomo d’altri tempi – si toglie la sua giacca per metterla sopra alla trapunta in modo che a Samanta non arrivi un briciolo di fresco.

Samanta, faccia felice i romantici e racconti il vostro incontro. «Ci siamo ritrovati seduti vicino in treno, lui stava parlando in inglese con alcuni canadesi. Io all’inizio credevo che fosse del Nord Europa con i suoi colori e un inglese senza inflessioni italiane. Grazie a quell’incontro ho capito che esistono i colpi di fulmine, ne avevo sentito così tanto parlare ma dicevo: “sì, va beh”. Mi ha preso in pieno, capisci?».

E poi? «Mi ha scritto su Instagram: se io avessi accettato di vederlo la sera stessa, lui avrebbe posticipato il volo del giorno dopo per Dubai. Non ho accettato chiaramente. Me la sono un po’ tirata, come si dice, però abbiamo iniziato a scriverci. Fino a quando mi ha detto: “Se tu mi dai l’ok io prendo una settimana di vacanza e vengo in Umbria da te”. Allora vivevo lì con mio figlio. Non ci siamo più lasciati».

A proposito di Edoardo, ora lui ha 18 anni. Che cosa ha significato essere una mamma-ragazza? «Pensa che io l’ho voluto, mio figlio, non è neanche capitato. Significa fare delle rinunce, ma che queste rinunce si fanno volentieri perché è bello crescere insieme. Negli Stati Uniti, ad esempio, dovevo avere un colloquio per l’edizione americana di Ballando, non sono andata. Non credevo che fosse giusto portare via un figlio da un padre che c’è. Lo ritengo egoistico e molto poco corretto».

Samanta Togni, che spettacolo quando era a Ballando con le Stelle! – SPECIALE

Pensate a un figlio vostro? «Guarda, se ci fossimo incontrati 10 anni fa, sicuramente. Adesso no». Interviene lui che con aria british e a cento partenopeo dice: «Con un amore come il nostro, lo so, sembra la cosa più naturale. Però, ora che abbiamo figli grandi, è arrivato il tempo di vivere la coppia». Fa una pausa: «Certo se capitasse… ma non lo stiamo cercando». Aggiunge Samanta: «La mia vita era mio figlio e Ballando. Punto». Continua lui: «Io ho sempre anteposto il lavoro a tutto».

E la vostra è una famiglia allargata, diciamo alla Marcuzzi? «Ci vediamo per i compleanni, appuntamenti di questo tipo, ma non facciamo uscite tutti insieme. Io sono la moglie del papà. Abbiamo molto rispetto dei ruoli (Russo ha anche una figlia, Giordana, al momento delle foto in isolamento scolastico preventivo, ndr)».

Samanta ora passiamo al lavoro: Magalli… «È estremamente ironico…».

Sì, ma voglio un difetto. «È molto sincero, se non gli vai a genio non gli vai a genio. Non è che si sforzi a dimostrare il contrario. Io però lo adoro».

I suoi balletti sono finiti pure su Blob. «Spero perché divertenti. Sia chiaro: il mio obiettivo è far
ballare Magalli e lo so che lui ha questa tentazione».

Ha fatto ballare tanti da Milly, il ricordo più bello? «Fabrizio Frizzi, un uomo raro. Si era autonominato “il tronchetto della felicità”. Aveva quella risata così caciarona mentre Carlotta, tanto più giovane di lui, era così composta».

Perché è andata via da Ballando, un programma ormai cult? «La vita di una ballerina è breve e il segreto è sempre lasciare un momento prima, affinché rimanga un po’ di nostalgia di te. La gente a volte ricorda l’ultima parte di una carriera, dimenticando tutto quello che c’è stato prima. Mi sarebbe dispiaciuto, ecco».

È vero che aveva chiesto a Milly di fare la giurata e lei ha risposto di no? «Sì, è vero che ho proposto a Milly di trovare un ruolo diverso all’interno del programma, ma lei mi ha risposto che mi vedeva solo in quel ruolo».

E che cosa le detto quando è andata via? «In bocca al lupo; aveva capito benissimo la mia posizione. Ricordo ancora una sua lezione precedente: arriva sempre preparata e studia».

Suppongo che guardi Ballando, di Elisa Isoardi che cosa pensa? «’Ammazza, che è una rivelazione! Sembrava molto rigida, forse per le origini nordiche, invece ha tirato fuori una sensualità notevole. Certo non è fortunatissima».

Elisa Isoardi, la rivelazione di Ballando con le Stelle – GUARDA

Adesso arriva una domanda che forse non dovrei farle davanti a suo marito o forse al contrario dovrei fare a lui: ha avuto diversi amori e… Lui, il marito, si mette a ridere e risponde: «E magari lascia anche me?». Sì, qualcosa del genere. Samanta? «Rispondo che con gli altri non mi sono mai sposata. Anzi, con alcuni di loro è durata sin troppo…».

Tipo Christian Panucci? «Non voglio neanche fare nomi, per carità. Ti posso dire che a volte pensi che la vita di coppia sia amare i difetti del compagno, cercare i compromessi perché ti insegnano queste cose sinda ragazza. Io invece volevo essere felice e a tutte le donne dico: “Cercatela la felicità». Dice il marito: «Io non l’avrei apprezzata se fosse stata una donna senza il coraggio di troncare un rapporto insoddisfacente. E sono orgoglioso che abbia scelto me per sempre».

A questo punto, come si fa a non chiedervi una dichiarazione d’amore… Lui: «Nella vita ci sono le donne, poi c’è Samanta. Non ho altro da dire». Lei (ridendo) «Ecco qualunque cosa dirò ora, non sarà mai abbastanza, dovevo iniziare io con la mia dichiarazione … Dico che solo lui poteva farmi decidere di sposarmi di nuovo». La cronista: Non vale così, non è giusto verso noi comuni mortali essere così sfacciatamente romantici.

Lavinia Capritti

Nessun commento

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here