La liaison (farlocca) tra Gemma Galgani e Nicola Vivarelli tende a dividere il pubblico sin da quando è nata (per finta). E adesso che pare essere giunta al capolinea (pure da troppo ne stiamo parlando, in realtà, e giusto perché c’è stata un’estate di mezzo…) continua a farlo: nella puntata odierna di Uomini e Donne da una parte c’era Tina Cipollari – che non perde mai occasione per scagliarsi contro la dama di Torino, rea di aver accettato la corte di un ragazzo che poteva esserle nipote – e dall’altra c’erano alcuni dei neo corteggiatori che se la sono presa con Sirius, colpevole di avere scientemente illuso una donna che non gli sarebbe mai interessata.

Ma stavo pensando… perché scegliere da quale parte schierarsi, quando si può dare dei PORACCI INCREDIBILI a tutti e due?

Cioè, vi prego, se qualcuno di voi ha mai creduto per un solo istante a questo ridicolo teatrino (iniziato durante il lockdown con un imbarazzante corteggiamento epistolare e proseguito solo in virtù di un quanto mai propizio distanziamento sociale) o anche ad uno solo dei due abili commedianti chiami subito il centodigioootto, che qua la situescion è ai limiti del patologico.

Io non vedo né una vittima né un carnefice, ma semmai un bue che dà del cornuto al… bue, che qua non si salva nessuno, questa è la verità. Questi due sono fatti della STESSA PASTA, regà, ed ENTRAMBI hanno sfruttato la situazione per un proprio tornaconto, cercando ora di impietosire il pubblico scaricando sull’altro la colpa della fine di una frequentazione di cui in realtà fregavacazzi a entrambi, punto.

A Vivarelli (quello che fa tutto il forbito e spara anglicismi random per darsi un tono, salvo poi fare errori che manco alle elementari) quest’estate non è mai passato nemmeno per l’anticamera del cervello di chiudersi tra quattro mura in balìa della famelica biondona, per questo ogni volta che le chiedeva di uscire intendeva LETTERALMENTE uscire. Fuori, all’aria aperta, con la mascherina e tanti testimoni che potessero riconoscerli e chieder loro una foto. Che si schifava persino a sfiorare la mano alla Galgani, figuriamoci se sarebbe mai andato oltre. Va bene la visibilità e i follouerz, ma a tutto c’è un limite pora stella.

E Gemmona, dal canto suo, l’ha invitato APPOSTA a salire da lei, conscia che non l’avrebbe mai fatto, così da avere un ottimo appiglio per scaricarlo con l’inizio della nuova stagione, e avanti un altro. Qualcuno avvisi Paolo che è solo questione di tempo perché faccia la stessa fine di Sirius. Same old story.

La scarsa propensione a schierarmi ce l’ho anche quando si parla di Enzo Capo e Pamela Barretta, comunque. Dai, su, è impossibile scegliere chi tra ‘sti due sia il meno disagiato, qua si parla di pezzi da 90.

Lei sarà anche una che ti stalkera pure l’anima pur di rinfacciarti persino come e quando respiri (con quell’eleganza innata che la caratterizza da sempre e che culmina in quella risata per nulla inquietante, per altro), ma lui che tapino è? Che meraviglia vederlo oggi mentre goffamente s’arrampicava sugli specchi cercando di rispondere alle perplessità di Ivan CattanArmando Incarnato (uno che non spicca certo per incontenibile acume, ecco) senza incartarsi tra date e giustificazioni più o meno plausibili.

La fine della storia con quella Lucrezia (una “lontana da questo mondo” ma reduce dal provino con la redazionelosa, per la quale era andato fino a Stoccarda pur di farsi perdonare un non-tradimento) l’ha così segnato che pochi giorni dopo era già seduto nel parterre della trasmissione pronto a rimettersi in gioco. Ma non così pronto, a ben pensarci, perché “non è che spengo l’interruttore e riparto“, quindi il numero a Valentina Autiero (una a caso, ceeerto) l’ha chiesto ma poi non l’ha usato perché “non ero ancora nel mood“. IO VOLO VIA.

Ps. Un applauso a Queen Mary che dopo vent’anni di Uomini e Donne ha finalmente deciso di non ammorbarci più la vita con esterne più superflue dei peli, e quando in un’uscita tra corteggiatore e tronista non ci saranno contenuti degni di nota non si sbatteranno manco più a montarla.

Nel frattempo quel Ludovico Ciotti uscito con Sophie Codegoni ringrazi Madre Natura per l’occhio azzurro, perché senza quello sarebbe spacciato. E’ riuscito ad ammosciare me in cinque minuti in cui è stato a centro studio, figuriamoci che istigazione al suicidio sarebbe stata un’ora e mezza di esterna in sua compagnia. E no, non riuscire a trovare argomenti per riempire tre minuti scarsi di montaggio, nemmeno con lui ci fosse stata Rita Levi Montalcini al posto della 18enne fake, non è un granché come curriculum, ecco.

Video dalla puntata: Puntata interaTina: “Prof. Marco Gasparotti, Gemma vuol rifarsi il seno”Esterna di Gemma e PaoloNicola: “Non mi andava di baciare e di salire da Gemma!”Tina: “Paolo, Gemma non è Naomi Campbell!”Sophie: “Ludovico mi piaci ma…”La strategia di FacundoLa scelta di AntonioMaria: “Pamela ha riferito che Enzo…”

L’articolo ‘Uomini e Donne’: l’opinione di Chia sulla puntata dell’11/09/20 proviene da Isa e Chia .

Continua a leggere qui..

WordPress › Errore

Si è verificato un errore critico sul tuo sito web.

Scopri di più riguardo al debug in WordPress.